martedì 12 gennaio 2016

I paesaggi di Antonio Fontanesi

Fontanesi e gli Svizzeri nella collezione della Fondazione Manodori



Venerdì 29 Gennaio 2016


La collezione d’arte della Fondazione Manodori nasce con l’intento di valorizzare artisti reggiani o che ebbero legami con il nostro territorio.
Comprende una raccolta di grande pregio di opere del Seicento, uno dei periodi artisticamente più intensi per Reggio Emilia. Tra gli altri, dipinti di Cristoforo Munari, Luca Ferrari, Camillo Procaccini, Giovanni Lanfranco e Alessandro Tiarini.
La Fondazione ha inoltre acquisito buona parte delle opere appartenute ad Elio Monducci, che documentano l’Ottocento reggiano attraverso Antonio Fontanesi, Cirillo Manicardi, Ottorino Davoli ed altri.
La Fondazione Manodori è altrettanto ricca di testimonianze artistiche del Novecento con opere del pittore reggiano Marco Gerra, e di altri artisti come Bruno Olivi, Marino Iotti, Nani Tedeschi.

Di Antonio Fontanesi, in particolare, sono state acquisite di recente due magnifiche opere, che si aggiungono ad altre tre già in collezione, di straordinario valore storico ed artistico che ornavano un tempo il ‘Caffè degli Svizzeri’ in centro storico a Reggio Emilia.

Per segnare il felice ritorno a casa di questi paesaggi, Arte in Orto vi invita ad un incontro presso la sede della Fondazione, durante il quale Giuseppe Berti, storico dell’arte, approfondirà in particolare per noi la vita e l’opera di Fontanesi. Interverrà anche Silvia Grandi, nostra socia, che dal canto suo ci illustrerà l’affascinante storia legata alla presenza a Reggio Emilia, come in tante altre città italiane ed europee, di questa importante communità svizzera engadinese.


Iniziativa riservata ai soci di Arte in Orto.

Per informazioni ed iscrizioni (obbligatoria entro il 25 gennaio) (ainorto@gmail.com oppure 347/56.36.595).